Un nuovo attore nella Sclerosi Laterale Amiotrofica

Lo studio dei meccanismi in comune nelle malattie neurodegenerative è cruciale per lo sviluppo di nuovi farmaci. In questo contesto si inserisce il recente studio pubblicato su Human Molecular Genetics, in cui gli autori dimostrano come l’attivazione di un particolare gruppo di recettori (peroxisome proliferator-activated receptors – recettori attivati da proliferatori dei perossisomi) (PPARs) possa […]

Read More

Il ruolo del danno al DNA nella corea di Huntington

La terapia della corea di Huntington, una malattia neurodegenerativa, potrebbe beneficiare dell’uso degli  inibitori di ATM, un enzima chiave nella risposta al danno al DNA. In uno studio apparso su Science Translational Medicine un gruppo di ricercatori ha dimostrato che sia nei modelli animali che nei pazienti affetti da corea di Huntington, la via di […]

Read More

La chemioterapia efficace mima i meccanismi immunitari antivirali

Uno studio pubblicato su Nature Medicine ha dimostrano che le antracicline, farmaci chemioterapici,  stimolano la produzione di interferone (INF)  di Tipo I da parte delle cellule cancerose. L’INF attiva un circuito biochimico che culmina nelle produzione della  citochina CXCL10, che attiva la risposta immunitaria. Nei modelli animali geneticamente modificati nel recettore dell’INF questo meccanismo viene […]

Read More

Cellule staminali per contrastare il Morbo di Parkinson

(14 Novembre 2014) Nel morbo di Parkinson vengono a mancare i neuroni dopaminergici, per cui una  terapia efficace deve mirare a soppiantare questa specifica popolazione. In uno studio pubblicato su Cell Stem Cells un gruppo di ricercatori dimostra in un modello animale come i neuroni dopaminergici generati da cellule staminali embrionali siano funzionali e comparabili […]

Read More

Sfondare la barriera ematoenecefalica per debellare l’Alzheimer

(21 Novembre 2014) La nota biotech Genentech ha sviluppato un anticorpo per la terapia del morbo di Alzheimer. L’anticorpo si lega con un’estremità al recettore della transferrina, una piccola proteina che attraversa la barriera ematoencefalica per trasportare all-interno del cervello  il ferro, dall’altra lega e blocca l’enzima  β secretasi responsabile dell’accumulo delle placche β amiloidi […]

Read More

I batteri buoni che combattono l’obesità

(16 Luglio 2014) Uno studio americano pubblicato su Journal of Clinical Investigation ha dimostrato che la somministrazione di alcuni batteri a topi obesi da grandi benefici. I topi hanno meno appetito e di conseguenza mangiano meno e perdono peso. Migliorata anche l’insulino-resistenza. Gli effetti si mantengono anche quattro settimane dopo l’interruzione della terapia dimostrando che […]

Read More

Sperimentazione animale

(30 Marzo 2014) Sperimentazione animale: perché è necessaria? Non esistono modelli sperimentali alternativi per lo studio delle tossicodipendenze e per lo sviluppo di farmaci antitumorali. Il neurofarmacologo dell’Università di Cagliari Gaetano Di Chiara spiega la nuova legge su Scienza in Rete.

Read More

Fertilità: le cellule uovo non si rigenerano nel topo adulto

Le femmine di mammifero nascono con un certo numero di cellule uovo destinato a estinguersi con il raggiungimento della menopausa. Una tematica molto dibattuta è la capacità delle cellule staminali germinali di dare origine alle cellule uovo nella vita adulta, contribuendo a espandere questo numero. Un articolo pubblicato sulla rivista PNAS  ha utilizzato tre diversi […]

Read More

Il topo con il cervello umano

Un gruppo di ricercatori dell’università di Rochester  negli Stati Uniti, ha creato un topo in cui le cellule gliali, quelle che fanno da supporto ai neuroni, sono di origine umana. I topi hanno ricevuto il trapianto di cellule umane appena nati. Con il tempo le cellule di origine umane hanno completamente soppiantato quelle del topo. […]

Read More

Lo studio del morbo di Alzheimer nelle scimmie

Il topo rappresenta il modello animale per eccellenza, tuttavia non ricapitola molti degli aspetti delle malattie umane. In uno studio pubblicato su Journal of Neuroscience viene descritto come la scimmia possa rappresentare un ottimo modello animale in cui studiare l’Alzheimer.

Read More
Pagina 1 di 41234