Nasa/Jpl-Caltech

Stelle doppie ed esopianeti da rimisurare

Uno studio recentemente accettato per la pubblicazione su Astronomical Journal, andando a rianalizzare i sistemi esoplanetari scoperti da Kepler, ha trovato che il circa il 15% di essi mostra la presenza di una seconda stella. Questi sistemi stellari binari costringerebbero quindi ad un ricalcolo delle masse dei pianeti osservati, con un aumento delle masse stimate […]

Read More

JWST, definiti gli obiettivi del primo ciclo osservativo

  La NASA ha reso noto il Guaranteed Time Observations (GTO), ovvero gli obiettivi che avranno la priorità durante il primo ciclo osservativo del nuovo telescopio spaziale. Il ciclo 1 comprende circa 8700 ore e sarà dedicato allo studio delle prime galassie dopo il Big Bang, alla ricerca di impronte chimiche sui satelliti di Giove […]

Read More

Un’atmosfera intorno ad un eso-gemello di Venere

Analisi spettroscopiche condotte con il telescopio da 2.2 metri ESO/MPG in Cile hanno permesso di rilevare in maniera netta la presenza di atmosfera intorno al pianeta GJ 1132 b. Questo pianeta è stato in passato definito un quasi gemello di Venere per via delle sue dimensioni e della sua temperatura, ma le nuove misure fanno […]

Read More

Studiando la zona abitabile con Kepler

Un gruppo di ricercatori guidato da Guillermo Torres del CfA ha da poco pubblicato uno studio nel quale si cerca di capire meglio la definizione di “fascia abitabile”. Grazie al telescopio spaziale NASA Kepler, il numero di esopianeti conosciuti ha visto un incredibile aumento negli ultimi anni e per questo motivo è stato possibile definire […]

Read More

SPHERE spia gli esopianeti in formazione

  Lo strumento SPHERE, installato sul VLT dell’ESO ha permesso di visualizzare in maniera quanto mai accurata le strutture dei dischi di formazione planetaria intorno a diverse giovani stelle. Installato nel 2014, le potenzialità di questo strumento sono dovute alla combinazione di ottica adattiva, coronagrafo e combinazione di immagini differenziali e polarimetria. L’utilizzo di SPHERE […]

Read More

Modelli numerici per la formazioni di sistemi planetari

Alcuni ricercatori svizzeri hanno messo a punto la simulazione a più alta risoluzione mai vista prima riguardante la formazione e l’evoluzione dei sistemi planetari, pubblicando due articoli su MNRAS. Nel primo sono state quindi evidenziate le differenze tra i due modelli di formazione più accreditati (instabilità gravitazionale e accrescimento del nucleo), che si concentrano in […]

Read More

Esopianeti in ammassi aperti

Andare a cercare pianeti che orbitano attorno a stelle situate in ammassi aperti (agglomerati ad alta concentrazione di stelle) è in genere reputata impresa ardua, proprio perché le tante stelle presenti non permettono di distinguere le loro singole luminosità. E invece un team INAF, utilizzando le riprese combinate di un telescopio a Terra con quelle […]

Read More

Un probabile pianeta roccioso intorno alla stella più vicina alla Terra

Proxima Centauri è la stella che dista meno dal Sole, poco più di 4 anni luce, nulla nell’ambito spaziale. E in questi giorni è stato pubblicato su Nature uno studio tramite il quale è stato identificato un pianeta ad una distanza dalla stella (una nana rossa) da farlo rientrare nella fascia abitabile. Certamente Proxima-b (questo […]

Read More

Un pianeta extrasolare nel Sistema Solare

Il fantomatico “Planet 9”, ovvero il pianeta di cui alcuni astronomi affermano di aver trovato una traccia gravitazionale ai margini estremi del Sistema Solare, potrebbe essere addirittura un pianeta “rubato” ad un’altra stella. Il modello computerizzato messo a punto da Alexander Mustill, Melvyn Davies e Sean Raymond (Lund University, in Svezia, i primi due e CNRS […]

Read More
Pagina 1 di 41234