Il lato oscuro della luce (artificiale)

Il mondo in cui viviamo è sempre più illuminato artificialmente, anche di notte, e l’effetto della luce sull’ambiente inizia ad essere studiato dagli scienziati in quanto costituisce, di fatto, inquinamento luminoso. Ne discute sull’ultimo numero di Nature Aisling Irwin in un commentario dall’evocativo titolo di The dark side of light: how artificial lighting is harming […]

Read More

Le api sono in grado di apprendere

In uno studio sui bombi appena pubblicato su Science hanno dimostrato flessibilità comportamentale trasportando una pallina e ricevendo una ricompensa. Le api che avevano osservato una dimostrazione o da parte di un’altra ape o da parte di  un modello, hanno ripetuto il task in modo più efficiente di quelle api che avevano visto la pallina […]

Read More

In Alaska la neve è aumentata!

Un team di ricercatori ha raccolto una serie di carote di neve e ghiaccio nel Denali National Park in Alaska ottenendo un record di 1200 anni. Le analisi, i cui risultati sono pubblicati su Nature Scientific Reports, hanno evidenziato un aumento delle precipitazioni nevose dal 1840 circa, con valori recenti sempre maggiori. L’aumento delle precipitazioni […]

Read More

I gamberetti contribuiscono alla produzione di microplastiche!

Le microplastiche (particelle tra 0,1 um e 5mm) sono ormai ubiquitarie, finiscono nei mari e negli oceani, dove vengono trasportate dalle correnti ed entrano nella catena alimentare venendo ingerite da pesci, molluschi e uccelli. Sono state ritrovate nelle acque potabili di diversi paesi, e nei ghiacci dell’Antartico. Uno studio del 2015 stima che ogni anno […]

Read More

Il metabolismo microbico influenza la biogeochimica oceanica

Un gruppo di ricerca dell’Università del Maryland con un modello in cui ai microorganismi venivano assegnati random geni per funzioni specializzate ha mostrato che è l’evoluzione del metabolismo microbico e non delle specie a originare l’attuale chimica oceanica.  Il modello pubblicato su Science, simula l’impatto delle attività microbiche sulla chimica del Nord Atlantico. Secondo i […]

Read More

Alcune specie non sono resilienti ai cambiamenti climatici quanto sembrano

Secondo uno studio pubblicato su Ecology Letters, alcune specie potrebbero sembrare resilienti al cambiamento climatico, ma in realtà sarebbero suscettibili ad eventi che compromettono il loro habitat. Lo studio, condotto in ambiente intertidale sia sulla costa nord ovest degli USA che in laboratorio,  ha analizzato il buffer termico creato dallo strato costituito da mitili e alghe, dimostrando […]

Read More

Maggiori quantità di CO2 dalle piante

Uno studio condotto da ricercatori dell’Australian National University ha riscontrato che all’aumentare della temperatura, le piante, durante la fase di respirazione, rilasciano in atmosfera quantità di anidride carbonica maggiori anche del 30% di quanto precedentemente previsto. Lo studio, pubblicato su Nature Communications, ha considerato le emissioni di CO2 di oltre mille specie vegetali in oltre […]

Read More

Valutazione dell’erosione nella laguna di Venezia

Ricercatori dell’Istituto di Scienze Marine del Cnr e dell’Università Ca’ Foscari Venezia, hanno condotto un’attività di ricerca combinando analisi in campo, analisi GIS e dati telerilevati per studiare l’erosione subita dai canali di Venezia. I risultati, pubblicati su Plos one evidenziano come le onde prodotte dal passaggio delle navi dirette a Marghera, in trent’anni, abbiano […]

Read More

Rapporto US sui cambiamenti climatici

Il 3 novembre è stato pubblicato il primo volume del quarto National Climate Assessment degli USA da parte del US Global Change Research Program. Il rapporto, obbligatorio in quanto previsto da una legge del 1990, fornisce un’analisi aggiornata di come i cambiamenti climatici stanno influenzando gli eventi meteorologici negli Stati Uniti; una sintesi di tutte […]

Read More

Le piante delle torbiere si adattano ai cambiamenti climatici

Uno studio pubblicato su Nature Communications afferma che nelle torbiere benchè certe specie vegetali potrebbero scomparire a causa dell’innalzamento della temperatura e delle concentrazioni di zolfo e azoto, tuttavia verrebbero sostituite da altre specie, con preferenze ambientali diverse ma con funzione biologica simile. Infatti l’elevata ricchezza di specie delle torbiere aiuta nello svolgimento delle funzioni […]

Read More
Pagina 1 di 2112345...1020...Ultima »