Vecchie idee per nuove tecnologie: la “paperfuge”

5 Apr 2017

Un gruppo di ricercatori ha recentemente sviluppato una centrifuga fatta di carta, corde e colla. Basata sulla meccanica di un antico gioco (in figura), la “paperfuge” (da come l’hanno chiamata) è leggera, costa poco più di 20 centesimi e può raggiungere velocità di 125.000 giri al minuto. Il team ha dimostrato che il “paperfuge” può separare il plasma dal sangue intero in meno di 1 minuto e mezzo, e isolare i parassiti della malaria in circa 15 minuti.Questa tecnologia potrebbe aprire nuove opportunità di diagnostica nei paesi in via di sviluppo. Leggi l’articolo su Nature Biomedical Engineering.



NOTIZIE CORRELATE


La risposta delle piante agli stress ambientali

Dai un nome ad un ghiacciaio antartico!

Ripresa dell’attività magmatica nei Campi Flegrei

A che punto siamo con la terapia genica della SCID?