Come sciogliere la neve sulle strade con le candele

La neve che cade d’inverno ha un suo fascino ed incanto, però rappresenta un grave problema per i trasporti. Nei mesi invernali, quando le temperature scendono e la neve o il ghiaccio si vanno formando, riuscire a tenere le strade aperte e sicure rappresenta un grande sforzo. Si pensi al costante utilizzo degli spazzaneve o all’impiego di prodotti antigelo e del sale per disgelo stradale. Tali soluzioni, oltre a rappresentare una spesa costante, incidono negativamente sul manto stradale causandone il deterioramento. Inoltre sale e prodotti antigelo comportano un un impatto ambientale negativo, poiché il flusso stradale li catapulta nell’ambiente circostante. Per tale motivo da anni vengono studiate alternative più efficienti. Una di queste potrebbe essere la soluzione proposta dai ricercatori della Drexler University, i quali hanno incorporato nel calcestruzzo per pavimentazioni, del materiale a cambio di fase (phase change material, PCM). Si tratta di una sostanza che presenta un alto calore di fusione, la quale è in grado di immagazzinare una grande quantità di energia e rilasciarla quando passa dallo stato liquido allo stato solido sotto forma di calore latente di fusione. Un tipico esempio è l’olio di paraffina (cera) impiegato per produrre le candele. I ricercatori hanno testato il calcestruzzo con PCM e senza, a basse temperature (1-5 °C), ricoprendolo con neve artificiale. Nell’arco di 25 ore il calcestruzzo modificato ha completamente sciolto la neve, mentre il calcestruzzo standard è rimasto congelato.

Maggiori informazioni su Sciencedaily.com.



3

 

NOTIZIE CORRELATE


Da riscrivere l’infanzia di Marte

Come sciogliere la neve sulle strade con le candele

Come sciogliere la neve sulle strade con le candele

Il calcestruzzo che “tiene su” i Campi Flegrei