Caratterizzazione molecolare delle cellule leucemiche resistenti alla chemioterapia

 

La leucemia mieloide acuta è una leucemia per cui non è ancora disponibile una cura definitiva. Il trattamento è basato sulla chemioterapia, tuttavia il rischio di recidive è alto. Studi genetici hanno dimostrato che le cellule leucemiche resistenti alla terapia non emergono dopo la chemioterapia ma sono già presenti nella popolazione leucemica sin dalla diagnosi. La chemioterapia creerebbe una spinta selettiva a vantaggio delle cellule resistenti. Uno studio pubblicato su Nature ha dimostrato che le cellule resistenti possono essere catalogate in due gruppi: cellule staminali e progenitori più maturi ma che mantengono caratteristiche di staminalita’. Questi dati sottolineano l’importanza di studiare i meccanismi di staminalita’ per poter mettere a punto nuove terapie.



 

NOTIZIE CORRELATE


Le cellule leucemiche inducono neuropatia delle fibre nervose nel midollo osseo

La donna con un naso sulla schiena

Cellule staminali per contrastare il Morbo di Parkinson

Scoperta una barriera per difendere le cellule staminali nervose dall’invecchiamento