Le formiche sono in grado di auto-medicarsi

Alcuni scienziati hanno osservato per la prima volta che le formiche sono in grado di auto-medicarsi con perossido di idrogeno (acqua ossigenata) per ridurre il rischio di infezioni micotiche. In una serie di esperimenti che riguardavano la somministrazione di due soluzioni (una con perossido di idrogeno e l’altra con semplice miele), i ricercatori hanno dimostrato […]

Read More

Inquinamento atmosferico e cambiamenti politici

Una ricerca pubblicata su Science Advances descrive l’inversione di tendenza dell’emissione di ossidi di azoto in corrispondenza delle principali città del Medio Oriente dell’Asia meridionale. Questa evidenza è probabilmente correlata alla crisi economica, i cambiamenti politici ed i conflitti avvenuti negli ultimi anni nell’area in questione.

Read More

L’importanza del partner nel mitigare la depressione e l’ansia post-parto

Sono circa tra il 1° e il 15%, le donne che soffrono di disturbi ansiosi o depressivi nel periodo immediatamente successivo al parto. La presenza di questi sintomi puo’ tradursi in problemi significativi non solo per la donna, ma anche per l’intera famiglia. Una revisione della letteratura condotta su 120 studi ha identificato specifici fattori […]

Read More

Basi scientifiche per regolare la pesca di profondità

Un articolo pubblicato di recente fornisce l’evidenza scientifica necessaria per cambiare la legislazione europea sulla pesca a strascico in profondità. Al momento in Europa tale pesca è ammessa fino a 800m di profondità, tuttavia l’articolo pubblicato su Current biology (open access) afferma che la biomassa commerciale aumenta significativamente tra i 600 e gli 800 m […]

Read More

Un tool per calcolare i “rimbalzi” della superficie terrestre

La superficie terrestre è in continua evoluzione, ci sono processi  di modellazione che richiedono tempi molto lunghi, altri invece accadono in periodi di tempo molto brevi, laddove si verificano dei cambiamenti nelle masse che sovrastano la litosfera (ghiacciai, oceani) possono registrarsi delle risposte elastiche delle rocce che la compongono. Su EoS viene proposto un software […]

Read More

Consumo quotidiano di caffeina e sopravvivenza di pazienti con cancro del colon

Uno studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology mostra una correlazione tra consumo sostenuto di caffeina (quattro o più tazze di caffè al giorno) e una maggiore sopravvivenza in pazienti con cancro del colon in stadio avanzato, trattati con resezione chirurgica e chemioterapia. L’ipotesi è che la caffeina induca un aumento della sensibilità dell’organismo all’insulina, […]

Read More

Nessuna evidenza a supporto dell’uso degli antidepressivi nel trattamento della depressione in pazienti con cancro

Una revisione sistematica della letteratura pubblicata sul Cochrane Database of Systematic Reviews ha confrontato gli studi randomizzati controllati effettuati in pazienti adulti affetti da cancro e depressione e trattati con antidepressivi. Sebbene gli studi presenti siano stati giudicati di basso rigore scientifico, i risultati hanno dimostrato che, nel complesso, l’effetto degli antidepressivi non supera quello […]

Read More

Rane sviluppano resistenza a pesticidi

Un articolo pubblicato su Nature News afferma che diverse specie di rane sono in grado di sviluppare resistenza ai pesticidi attivando un tipo di resistenza genetica chiamata plasticità fenotipica. Questo è il primo caso noto in cui dei vertebrati rispondono a pressioni ambientali attivando un’espressione genica che consente resistenza a una sostanza esterna. I ricercatori […]

Read More

Obesità e cancro al seno

L’obesità è in generale associata con l’insorgere del cancro, ma il legame con il cancro al seno è particolarmente preoccupante. Per dare alcuni numeri, in un recente studio le donne in forte sovrappeso avevano il 58% di rischio in più di sviluppare il cancro al seno rispetto alle donne di peso normale. Una possibile spiegazione […]

Read More

I geoneutrini ci spiegano l’origine del calore emesso dalla terra

Una ricerca pubblicata su Physical Review D conferma che gran parte del calore emesso dal pianeta terra deriva dal decadimento radioattivo dell’Uranio-238 e del Torio-232 presenti nel mantello terrestre. La scoperta è stata fatta presso i Laboratori Nazionali del Gran Sasso dell’INFN nell’ambito del progetto internazionale Borexino, è stato utilizzato un complesso rilevatore che ha […]

Read More
Pagina 1 di 612345...Ultima »